Ottobre 2018

IL BLOG DI SMALLINTRIX

(www.ilblogdismallintrix.com)

 

Una recensione del libro è riportata sul blog di smallintrix. 

L'indirizzo è: 

https://www.ilblogdismallintrix.com/2018/10/gaetano-cinque-una-sana-follia.html

 

Tra gli ultimi usciti della Casa Editrice Giovane Holden, merita una particolare segnalazione, il romanzo Una sana follia di Gaetano Cinque. Il protagonista, dopo avere perso il proprio cane a causa di una malattia incurabile, deve decidere se avvicinarsi a un nuovo compagno a quattro zampe oppure no. Sempre sorretta da una elegante ironia, la storia si dipana tra vicissitudini più o meno realistiche e riflessioni filosofiche che coinvolgono concetti universali quali amore, follia, morale comune.

(wwwItalia. Un libro per l'estate. Le ultime uscite della casa editrice Giovane Holden.)

Buongiorno #lettoridiinstagram📚 oggi vi parlo di ‘Una sana follia’ di @gaetanocinque5258 edito da @giovaneholdenedizioni, che ringrazio per avermi mandato questa copia.
Il romanzo tratta del rapporto tra uomo e cane, più nello specifico si parla di Riccardo ed il suo cuccioloTeddy.
Dopo la morte di Tess, il cane con la quale Riccardo ha passato molti anni della sua vita, decide di imbattersi in questa nuova avventura con un nuovo cucciolo.
È un libro ricco di polemica, soprattutto da parte di Elisabetta, una cara amica di Giulia, moglie di Riccardo, che non accetta assolutamente nessun comportamento che quest’ultimo ha con il suo cane.
Riccardo è per la libertà, il suo deve essere un ‘cane senza guinzaglio’ libero quindi di vivere i suoi piaceri, di curiosare, sperimentare ed essere così felice.
Riccardo arriva ad umanizzare Teddy, motivo per cui viene messo quasi alla gogna, dando quasi l’impressione di voler sostituire i rapporti umani per quello con il suo cagnolino.
Viene giudicato pazzo, quando lui gode semplicemente di una sana follia (tema quest’ultimo abbastanza elaborato durante la storia).
Mi è piaciuto molto come libro, non avevo mai letto nulla del genere e, avendo un cane anch’io, mi sono sentita anche coinvolta, mi ha portato a riflettere e a notare certi comportamenti a cui prima non davo peso.
Devo ammettere che ho trovato forse un po’ troppo esaltati i caratteri di Riccardo e di Elisabetta, troppi battibecchi per ogni minima cosa, motivo che mi ha portato a tollerare ben poco il personaggio dell’amica.
In certi casi ho trovato anche un po’ surreali anche l’introduzione di certi altri personaggi secondari, che dovevano ad ogni costo esprimere le loro opinioni e quindi criticare i comportamenti di Riccardo, ostacolando così la sua stessa libertà nel relazionarsi con il piccolo Teddy.
Al più presto parlerò di più di questo libro sul blog, purtroppo ho in arretrato un bel po’ di lavoro, ma intanto posso sinceramente dire che ne consiglio la lettura!!
.
.
.
#lafelicitàvienleggendo#amicizielibrose#leggerealsud#bookcommunity47#bookblogger#